AUGURI ISTITUZIONALI PER IL RILANCIO DI UNA GRANDE SQUADRA AZIENDALE

Erano in tanti venerdì sera, 19 Dicembre, i dipendenti di Gesenu, qualcuno ha portato anche i suoi bambini, alla presentazione del piano industriale dell’azienda per il periodo 2014 – 2017, alla presenza del Sindaco di Perugia Andrea Romizi e del Vice Sindaco e Assessore all’Ambiente Urbano Barelli.
A fare gli onori di casa il Presidente Luca Marconi e l’Amministratore Delegato Silvio Gentile, per gli auguri sotto l’albero all’insegna della volontà di essere fautori di un cambiamento in grado di condurre la grande squadra Gesenu sempre più vicina alla crescita sostenibile in termini economici ed ambientali.
 
Un piano illustrato in dettaglio dal Presidente e dall’Amministratore Delegato al principale protagonista del rilancio e dello sviluppo dell’impresa: il patrimonio umano.
Una serata dedicata a progetti, ad impegni professionali, ma anche un’occasione di festa, perché l’obiettivo industriale delineato non esclude nessuno dei livelli occupazionali per il suo raggiungimento, un’eccezionalità che conferma un ruolo aziendale reso ancora forte dall’attenzione alle esigenze delle persone e del territorio.
Ormai una tradizione in casa Gesenu, l’appuntamento natalizio tra dipendenti, rappresentanze, quadri, vertici aziendali e istituzioni, presso la sede logistica di via della Pallotta.
Un’occasione, quella di ieri, nella quale il Sindaco Romizi ha confermato che la forza lavoro rappresenta un partner strategico di primaria importanza quando valorizzata, come in questo caso, dalla collaborazione diffusa e dallo spirito di appartenenza.
 
La città di Perugia, per Romizi, deve molto all’opera di Gesenu, in quanto il territorio può ripartire veicolando un’immagine dove il decoro urbano è elemento di comunicazione positiva fondamentale.
Siamo tutti dalla stessa parte, non del profitto, ma della città”, ha detto Romizi,  “l’azienda sta iniziando a navigare in acque più tranquille, grazie alla consapevolezza che questo è un nuovo inizio dove ciascuno ha un ruolo da svolgere, dove la garanzia per l’approdo sarà proprio la partecipazione”.
 
Una barca”, secondo l’Amministratore Delegato Silvio Gentile, “sulla quale metaforicamente staremo più stretti, ma la scelta aziendale è stata quella di affrontare il viaggio nell’efficientamento, nel riposizionamento, nel businnes finalizzato alla migliore redditività, senza lasciare a terra nessuno. Il piano industriale prevede, infatti, una riorganizzazione a 360° all’interno ed all’esterno di una grande comunità disciplinata dal sistema meritocratico, per rendere ancora più produttivo il lavoro nei confronti del quale l’azienda si impegna, per contro, a valorizzarlo con attività ispirate non più dalla filosofia dell’esserci, ma dall’essere impresa efficace”.
 
Per il Presidente Luca Marconile risorse umane sono l’elemento vincente, in una fase di crisi che non risparmia nessuna realtà, l’ottimismo trasferito, il considerarsi partner solidali potranno favorire l’autoimmunità alle negative congiunture dei mercati. Il mio compito sarà quello di accompagnare l’azienda nella sua totale trasformazione in industria ambientale, nel cuore di un’economia circolare dove i rifiuti si trasformeranno, a loro volta, in materie prime ed in prodotti che assicurino ricavo”.

Guida interattiva alla raccolta differenziata.
Documento della Prevenzione della Corruzione
Tutto quello che c’è da sapere sull’imposta.