DELEGAZIONE MOVIMENTO 5 STELLE IN VISITA AGLI IMPIANTI DI PIETRAMELINA

In occasione della precedente visita degli impianti di Ponte Rio, l’azienda Gesenu aveva invitato la delegazione 5 Stelle a conoscere anche l’impianto di compostaggio di Pietramelina, importante centro per la riconversione della frazione umida organica in fertilizzante di qualità.

Il parlamentare Filippo Gallinella ed il consigliere del Comune di Perugia Cristina Rosetti, insieme ad altri esponenti pentastellati, in visita questa mattina agli impianti di Pietramelina, accompagnati dal Direttore di Gesenu S.p.A. Giuseppe Sassaroli , dal Responsabile della Business Unit Igiene Ambientale Gesenu  Massimo Pera e dal Responsabile Ufficio Tecnico Paolo Pula.

Obiettivo: conoscere da vicino il sistema di compostaggio attuato per trasformare la FOU frazione organica umida in fertilizzante in relazione alle norme di trattamento, di mercato e di riduzione degli impatti ambientali.

La delegazione ha potuto così verificare il percorso del rifiuto organico proveniente dalla differenziata domestica, una volta raggiunto l'impianto di Pietramelina.

Il compostaggio è un processo di trasformazione naturale di elementi biodegradabili: scarti di cucina ed alimentari in genere, sfalci e potature di orti e giardini. Il compost finale è adatto per migliorare la fertilità dei terreni. Un contributo all'ampio piano di raccolta differenziata finalizzata ad eliminare i rifiuti a monte, l’utilizzo delle discariche e favorire il riciclo di ogni materiale come nuova opportunità.

Il Direttore Sassaroli ha illustrato il funzionamento e le tecnologie utilizzate e la storia di un’area che oggi è sede del trattamento di rifiuti non pericolosi da trasformare in risorsa.

L’impianto di compostaggio di Pietramelina è stato avviato nel 1988 ed ha una potenzialità di trattamento di circa 105.000 ton/anno.

Allo stato attuale è in corso lo sviluppo di un progetto di ottimizzazione del processo di trattamento, finalizzato ad efficientare le prestazioni dell'impianto, a minimizzare gli scarti ed a contenere gli impatti ambientali.

Nel sito di Pietramelina è presente anche la discarica per lo smaltimento dei rifiuti non pericolosi, realizzata nel lontano 1984 sfruttando una morfologia concava naturale del territorio, la quale ha rappresentato per un lungo periodo di tempo la soluzione all'esigenza di smaltimento dei rifiuti di buona parte della Provincia di Perugia.

La realizzazione di ogni stadio di avanzamento lavori è sempre stata autorizzata dalla Regione Umbria attraverso specifici atti ed una strategia istituzionale convergente su elementi che nel tempo hanno subito un’evoluzione di metodologia e di tendenza, in conformità agli indirizzi comunitari ed allo sviluppo del tema portante della sostenibilità grazie alla raccolta differenziata ed al conseguente riciclo dei materiali.

Un processo evolutivo che ha portato all'interruzione dei conferimenti nella discarica dall’8 Agosto 2013, con deliberazione del Comune di Perugia ed all'avvio delle fasi di prechiusura  del sito. 

Gesenu ha gestito tutto il ciclo di vita della discarica di Pietramelina con specifico mandato della pubblica amministrazione fino ad arrivare alla riconversione che ha definito i termini di ripristino dell’area con opere di chiusura, copertura finale impermeabilizzata, interventi a carattere di continuità in una fase post operativa utile a terminare il progetto nell’arco dei prossimi anni.  

A seguito della sospensione dei conferimenti nella discarica, sulla base del piano di monitoraggio e controllo definito con Arpa Umbria, Gesenu effettua verifiche costanti su parametri meteo-climatici, gas di discarica, emissioni diffuse, emissioni convogliate, fughe di biogas, acque sotterranee, acque superficiali, acque di ruscellamento, scarico impianto trattamento percolato, percolato, sedimenti, suolo, emissioni sonore, stato del corpo della discarica, stabilità dell'argine di contenimento dei rifiuti.

Nel sito è presente anche un impianto fotovoltaico realizzato per implementare la produzione di elettricità già ottenuta tramite il recupero energetico del biogas.

Guida interattiva alla raccolta differenziata.
Documento della Prevenzione della Corruzione
Tutto quello che c’è da sapere sull’imposta.