EMERGENZA COVID 19: CHIUSURA DEI CENTRI DI RACCOLTA COMUNALI NELLE ZONE ROSSE FINO AL 28 FEBBRAIO

Il Gestore si è impegnato dalla prima fase dell’emergenza nell’attivazione di misure tecniche ed organizzative garantendo al cittadino il servizio di raccolta rifiuti con tutte misure cautelative previste per la tutela della salute del cittadino e del personale.

PERUGIA, 07 Febbraio 2021 – In base alle ulteriori misure per la prevenzione e la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID nei comuni della provincia di Perugia disposte dalla Regione Umbria con Ordinanza n.14 del 6/2/2021, GESENU in accordo con AURI ha disposto la chiusura dei Centri di Raccolta Comunale a partire dall’8 febbraio 2021 e fino al 28 febbraio 2021 nei comuni definiti zona rossa.

Pertanto, da domani 8 febbraio i Centri di Raccolta di Perugia (Collestrada, San Marco, Ponte Felcino, Pallotta, Sant’Andrea delle Fratte), di Gubbio (Via Venata), Bastia Umbra (Via del Lavoro), Todi (Zona Industriale Ponte Rio), Torgiano (Via dell’Artigianato), Bettona (Via Col di Mezzo), Umbertide e Lisciano Niccone (Zona Industriale Madonna del Moro) resteranno chiusi.

GESENU prosegue con il suo impegno dimostrato fin dalla prima fase dell’emergenza, nell’attivazione di misure tecniche ed organizzative finalizzate alla riduzione e contenimento del contagio da Coronavirus.


Guida interattiva alla raccolta differenziata.
Documento della Prevenzione della Corruzione
Tutto quello che c’è da sapere sull’imposta.