FORUM CIVICO AGENDA 21

“AGENDA 21” è un programma generato dalla Conferenza ONU a Rio de Janeiro nel 1992 su ambiente e sviluppo. Un manuale per la sostenibilità del pianeta con pianificazione delle azioni da intraprendere, da qui al  XXI secolo, a livello mondiale, nazionale e locale. Un piano di sviluppo da realizzare con l’ampio coinvolgimento di tutti i soggetti portatori di interesse.

UNA GRADUALE RIVOLUZIONE CONDIVISA. Con l’evento del 17 Settembre, alla Sala della Vaccara di Palazzo dei Priori, nel quale si è parlato di raccolta differenziata nel centro storico ed aree verdi, il Comune di Perugia, Assessorato all’Ambiente, ha relazionato nel merito dell’esistente proponendo alcune significative novità, determinate a seguito di una propedeutica analisi finalizzata ad una graduale ed efficace rivoluzione dal basso da attuarsi con la partecipazione degli stessi destinatari e fruitori dei servizi.

Il Vice Sindaco e Assessore all’Ambiente del Comune di Perugia, Avv. Urbano Barelli, ha introdotto i temi all’ordine del giorno presentati con il contributo tecnico dell’Ing. Massimo Pera, Responsabile della Business Unit Igiene Ambientale di Gesenu S.p.A., sul modello di raccolta differenziata in divenire, e del Dott. Vincenzo Piro Responsabile Area Risorse Ambientali-Smart City e Innovazione del Comune di Perugia, in merito al censimento aree verdi. Presenti cittadini e rappresentanze di vari enti e associazioni del territorio.

“RACCOGLI IN CENTRO”, un progetto di riorganizzazione della raccolta differenziata nel centro storico di Perugia, già anticipato alle associazioni del territorio lo scorso 14 Luglio, data che ha posto le premesse per sviluppare una serie di cambiamenti del servizio che interesserà 6.900 utenze ed un totale di 11.700 abitanti. Un piano che parte proprio dalle criticità riscontrate per aumentare i livelli della raccolta differenziata, ottimizzare tempi e costi del servizio, garantire massimo decoro urbano e protagonismo attivo della cittadinanza.

I RISULTATI ATTESI. Il Forum Civico Agenda 21 di ieri rappresenta un ulteriore momento di confronto del piano operativo che si prefigge di raggiungere, inoltre, riduzione della produzione di rifiuti pro-capite e dell’indifferenziato ed aumento  della percentuale di raccolta differenziata dal 63% al 75%, in parallelo ad una crescente qualità della stessa e minore abusivismo.

Questo è quanto ci si attende con il varo del nuovo progetto di raccolta differenziata nato in conseguenza della Delibera di Giunta Comunale n.181 del 17.12.2014 con la quale l’Assessorato all’Ambiente ha elaborato 7 linee guida progettuali, tra le quali “Raccogli in Centro, al fine di eliminare i problemi emersi con il metodo fin qui attuato di gestione dei rifiuti urbani e dall’incremento della raccolta differenziata a seguito dell’estensione del servizio “porta a porta”.

Il nuovo servizio, partendo proprio dall’analisi delle criticità, intende infatti perfezionare forme e strumenti di raccolta in grado di garantire, ad esempio, riduzione dei sacchi in strada e dei rifiuti riversati a terra a causa dell’incidentale rottura degli stessi, di consentire il passaggio alla tariffazione puntuale grazie alla tracciabilità dell’indifferenziato prodotto. Verrà inoltre agevolata la separazione dei rifiuti a cominciare dall’interno delle abitazioni, con contenitori più funzionali.     

INNOVAZIONE A MISURA DI CITTÀ: Il progetto ha comportato sopralluoghi presso le utenze condominiali delle principali vie dell’acropoli e l’individuazione degli eventuali spazi per le soste di un ulteriore mezzo di raccolta, provvisoriamente definito “City GreenVan”. La verifica è stata condotta da tecnici del gestore dei servizi di igiene urbana affiancati da rappresentanti delle varie associazioni di quartiere. Il centro storico è stato suddiviso in 9 zone di riferimento, in ognuna delle quali è presente almeno un’associazione. Durante i sopralluoghi sono state effettuate le seguenti attività: censimento delle utenze condominiali, individuazione degli ecospazi condominiali per il posizionamento dei contenitori carrellati/trespoli, attività di informazione e comunicazione ambientale ai cittadini, individuazione delle possibili fermate del “City GreenVan”.  

UN’IMPORTANTE NOVITÀ. Il sistema City GreenVan, il cui nome definitivo verrà deciso con il coinvolgimento della città, è un servizio di rinforzo itinerante con soste programmate di  diversi minuti ad orari prestabiliti lungo tutte le zone del centro storico. Il servizio sarà organizzato su circuiti distinti e sarà effettuato mediante Piaggio Porter con vasca compattante da 2,5 mc e portata inferiore ai 17 q.li. Il City GreenVan potrà raccogliere una sola tipologia di rifiuto alla volta, secondo il calendario che verrà distribuito ai cittadini, identificabile sul sito web del soggetto gestore e sulla App per dispositivi mobili preposta allo scopo. Ogni utenza, tipologia domestica e non, potrà così individuare la fermata più vicina alla propria residenza e gli orari previsti di conferimento che avverrà utilizzando un trasponder portatile, tipo portachiavi, con associato il codice dell'utenza.

UN RUOLO IN EVOLUZIONE sarà quello ricoperto dall’operatore ecologico, sempre più comunicatore ambientale, effettuando controlli sul materiale conferito e chiarendo dubbi sulle corrette modalità di raccolta.


ANCHE IL COLORE FARÀ LA DIFFERENZA”! In arrivo nuovi colori per la raccolta differenziata, in quanto l’Amministrazione Comunale e il gestore dei servizi, hanno previsto di adeguare la colorazione delle nuove attrezzature per la raccolta  alle linee guida del consorzio nazionale Conai ed alle direttive Europee.

Ciò per consentire di codificare, da parte della più ampia fascia di popolazione, la tipologia di rifiuto con il colore di riferimento ad esso associato, rendendo omogenea la riconoscibilità.

Nello specifico, i colori delle varie tipologie di raccolta, saranno pertanto conformi alla norma tecnica UNI EN WASTE MANAGEMENT – WASTE VISUAL ELEMENTS:

Indifferenziata: GRIGIO; differenziata carta e cartone: BLU, vetro: VERDE;  differenziata multileggera: GIALLO; organico: MARRONE.  


UNA COMUNICAZIONE INTEGRATA A FAVORE DEL CITTADINO E DELLE ATTIVITÀ COMMERCIALI: il nuovo metodo di conferimento e raccolta verrà adeguatamente promosso con numerose iniziative di informazione e con una speciale campagna ideata allo scopo e  che verrà varata con un’iniziativa di lancio della stessa.

 

AREE VERDI: PRIMO CENSIMENTO E AZIONI AVVIATE SUL VERDE PUBBLICO. Il Comune di Perugia tramite l’Area Risorse Ambientali Smart City e Innovazione e l’Unità Operativa Edilizia Scolastica, Verde e Sport, oltre ad avviare un proficuo rapporto collaborativo con gli uffici dell’ISTAT, ha impostato un’azione di revisione complessiva dei dati forniti negli anni precedenti in merito al verde urbano, al fine di fornire un quadro corretto e dettagliato sulla reale situazione della città di Perugia.

Contemporaneamente al lavoro di censimento, l’Amministrazione Comunale ha avviato una fase di studio propedeutica all’elaborazione di un “Piano del Verde” che, proprio partendo da un’adeguata conoscenza della situazione attuale, possa rappresentare uno strumento di pianificazione in grado di definire un programma organico di interventi finalizzati ad uno sviluppo integrato del verde urbano. La definizione del suddetto piano verrà quindi completata dall’elaborazione di un “Regolamento del verde” che dovrà contenere norme specifiche sulla progettazione, l’attuazione e la manutenzione del verde sia pubblico che privato, nonché fornire indicazioni relative a situazioni particolari come interventi di ingegneria naturalistica in aree degradate, difesa della vegetazione in aree di cantiere e difesa del suolo in aree urbane.

Al fine di superare le criticità più volte segnalate relativamente alle condizioni delle aree verdi pubbliche e precisando che le stesse criticità, già presenti nel passato, risultano oggi significativamente incrementate proprio come conseguenza di una gestione spesso non adeguata a garantire un livello di qualità ottimale del verde comunale nonché da una storica carenza di risorse, l’Amministrazione Comunale ha avviato una serie di azioni programmate a medio e lungo termine che hanno già consentito di ottenere alcuni evidenti risultati.

UN PUNTO DI PARTENZA. Il Vicesindaco Barelli ha ribadito come il censimento fosse il punto di partenza di una strategia di azioni coerenti finalizzate al miglioramento della qualità del verde. “Una visione ampia e completa del verde urbano è sempre mancata in passato – ha sostenuto il Vicesindaco -  e questo ha fatto si che la gestione del verde pubblico fosse caotica e poco razionale, oltre che economicamente dispersiva. Era indispensabile procedere ad una razionalizzazione da cui partire per una gestione efficace”.

Il Vicesindaco è tornato anche sul tema delle convenzioni con le associazioni, affermando che quelle fin qui stipulate sono convenzioni semplici senza clausole particolarmente gravose proprio perché basate sulla fiducia reciproca tra amministrazione e cittadinanza. Per il futuro il sistema è destinato a cambiare: non più bandi, ma assegnazioni dirette a seguito di formali richieste di gestione da parte delle Associazioni.

TECNOLOGIA AL SERVIZIO DELLA CITTÀ: UN NUOVO SOFTWARE GESTIONALE DELLE AREE VERDI, in cui sono inseriti tutti i dati relativi al censimento e che si prevede di rendere fruibile online nel sito del Comune, in un’apposita pagina dedicata all’Ambiente.

E INFINE ... SENSO CIVICO. Grande rilevanza è stata data al ruolo che svolge il senso civico diffuso. Su questo l’amministrazione comunale intende impegnarsi per sensibilizzare i cittadini a salvaguardare il patrimonio pubblico come bene comune.


SCARICA LA RASSEGNA STAMPA

Guida interattiva alla raccolta differenziata.
Documento della Prevenzione della Corruzione
Tutto quello che c’è da sapere sull’imposta.