RICICLIAMO I MICRORAEE!

Da oggi è possibile smaltire i piccoli apparecchi elettrici ed elettronici in modo corretto, facile e vicino a casa. Una risposta importante per la sostenibilità ambientale, per qualificare la raccolta differenziata e ridurre drasticamente l'utilizzo delle discariche, senza alcun costo aggiuntivo per gli enti ed i cittadini.

Sono già stati installati 110 contenitori in punti strategici cittadini, quali scuole ed esercizi commerciali, e precisamente: 80  a Perugia, 10 Bastia Umbra, 5 Bettona, 10 Todi, 5 Torgiano; per un target di 95.000 famiglie.

Il progetto è stato presentato dall'azienda Gesenu, rappresentata per l'occasione dal Dirigente dei Servizi Esterni Massimo Pera, con il contributo tecnico e istituzionale del Consigliere Delegato di ANCITEL ENERGIA, Giuseppe Rinaldi  e del  Vice Sindaco e Assessore all'Ambiente del Comune di Perugia, Urbano Barelli. Presenti alla conferenza anche funzionari dei Comuni coinvolti.

Dagli interventi dei relatori è emerso il dato inconfutabile che il sistema di raccolta dei MICRO RAEE nel territorio rappresenta un punto di arrivo importante, poiché consente di favorire la raccolta di queste apparecchiature altrimenti destinate ad un percorso non virtuoso, quale quello del rifiuto indifferenziato smaltito in discarica, senza più alcuna possibilità di riciclo. La nuova raccolta, dunque, garantisce la sostenibilità ambientale, in quanto trattasi di enormi quantitativi di materiali anche pericolosi, intercettati e trasformati come particolare tipologia di rifiuto in nuova risorsa, senza gravare in alcun modo sulle casse degli enti e dei cittadini.

L'investimento delle colonnine installate, infatti, è stato finanziato a seguito della partecipazione al BANDO PER L’EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL POTENZIAMENTO E L’ADEGUAMENTO DEI CENTRI DI RACCOLTA E LA REALIZZAZIONE DI SISTEMI PER LA RACCOLTA CONTINUATIVA DEI RAEE (FONDO 5 EURO/TONNELLATA PREMIATA).

Il “Fondo 5 Euro/tonnellata premiata” è stato costituito in base all’art. 10 dell’Accordo di Programma ANCI – Centro di Coordinamento RAEE del 28 marzo 2012, per contribuire al potenziamento e all’adeguamento dei Centri di Raccolta iscritti al CdC RAEE e per promuovere l’efficienza e l’efficacia della raccolta dei RAEE sul territorio.

Inoltre, Gesenu ha organizzato le attività di servizio inerenti la raccolta di MICRO RAEE facendole coincidere con attività di svuotamento già in essere per i contenitori di pile esauste. Il progetto pertanto è a costo zero sia per le amministrazioni che per la cittadinanza.

Il progetto, in conformità agli indirizzi nazionali e comunitari, nasce per evitare la pericolosità dell’abbandono o errato conferimento di un rifiuto soggetto a precise norme di raccolta, smaltimento e riciclo ed implementare nel territorio servito la raccolta differenziata dei MICRO RAEE (R4), ovvero, di tutte quelle apparecchiature elettriche ed elettroniche di dimensione inferiore ai 24 cm., con un sistema di raccolta continuativa nei cinque comuni umbri ed integrando la funzione degli attuali centri di raccolta.

La rete di colonnine installate consentirà di offrire una buona logistica e fruibilità del servizio da parte dei cittadini, intercettando in tal modo i piccoli RAEE domestici altrimenti dispersi, oppure conferiti non correttamente come rifiuto secco residuo, o non consegnati presso i centri di raccolta comunali, quando non funzionali ad una quota di utenza residente in aree più distanti.

I 110 contenitori sono realizzati in acciaio, hanno una capacità di 80 lt., forma di parallelepipedo e basamento in cemento, si aprono agevolmente con un unico sportello concepito con uno scivolo zincato atto a consentire la facile immissione dei MICRO RAEE, ma ad impedire il prelievo di quelli già inseriti da parte di non addetti.

L’apertura ha dimensioni di 16x24 cm., per permettere l'ingresso dei soli MICRO RAEE ed evitare inserimento di altri oggetti che possano compromettere la qualità della raccolta.

I contenitori sono installati in luoghi ad elevato flusso di pubblico, quali centri commerciali, supermercati, CVA, scuole, ed a fianco di quelli già presenti per la raccolta delle pile esauste, ciò, come anticipato, al fine di ottimizzare i servizi con la frequenza di svuotamento coincidente.   

Una campagna di comunicazione attraverso stand informativi presso il Centro Commerciale Collestrada ed Emisfero di via Settevalli ha accompagnato l’avvio e le fasi di sviluppo del progetto.



La campagna di comunicazione, oltre ai media tradizionali, prevede la spedizione postale alla cittadinanza di materiali informativi ed una distribuzione diretta degli stessi alle scuole, importante veicolo per raggiungere famiglie intere, tramite le giovani generazioni, sempre più attente ai temi della sostenibilità.  

La distribuzione dei materiali informativi cartacei avverrà con il supporto di tutti gli uffici Gesenu aperti al pubblico: ufficio clienti GEST, sportello TARI, centri di raccolta comunali, ed altri istituzionali.

SCARICA L'ELENCO DELLE POSTAZIONI E LA BROCHURE

Guida interattiva alla raccolta differenziata.
Documento della Prevenzione della Corruzione
Tutto quello che c’è da sapere sull’imposta.