MODELLO 231

Modello organizzativo ex D. Lgs. 231/2001

GESENU S.p.a., a seguito della delibera del Consiglio di Amministrazione del 25/05/2009, ha adottato un Modello di organizzazione e di gestione ex D. Lgs. 231/2001, finalizzato a prevenire la possibilità di commissione degli illeciti rilevanti ai sensi del decreto e, conseguentemente, la responsabilità amministrativa della Società.

Il Modello in esame, partendo da analisi dettagliate, finalizzate ad individuare le attività potenzialmente a rischio, è un insieme di principi generali, regole di condotta, strumenti di controllo, procedure organizzative, attività informativa/ formativa e sistema disciplinare.

E’ costituito da una “Parte Generale” e da singole “Parti Speciali” predisposte per le diverse tipologie di reato contemplate nel Decreto. Al fine di realizzare gli obiettivi del presente Modello, lo stesso recepisce le “Linee Guida di Confindustria”.

La Parte Generale si compone di alcune disposizioni di carattere generale, che si occupano: della disciplina del regime di responsabilità amministrativa da reato degli enti, del ruolo dell’adozione del modello quale possibile esimente della responsabilità amministrativa da reato degli enti, degli obiettivi perseguiti da GESENU con l’adozione del Modello, dello scopo e i principi base di quest’ultimo, dell’Organismo di Vigilanza e dei flussi informativi nei confronti dell’Organismo di Vigilanza, della selezione e della formazione del personale, della diffusione del Modello nonché del sistema disciplinare e delle verifiche periodiche.

Le Parti Speciali, invece, sono predisposte per le diverse tipologie di reato contemplate nel Decreto, e contengono una compiuta indicazione: delle principali aree di attività a rischio, dei soggetti destinatari della parte speciale, dei principi generali di comportamento, dei principi ed elementi applicativi del documento e dei punti di controllo.

Il Modello 231, inoltre, si completa con i suoi Allegati che ne costituiscono parte integrante:
1) Codice Etico;
2) Documento di prevenzione della corruzione e Codice della trasparenza.

Il modello è stato oggetto di una serie di aggiornamenti, a partire dal 2009, sistematicamente approvati dal Consiglio di Amministrazione, sia per tenere conto delle numerose fattispecie di reato che via via nel tempo sono entrate a far parte del novero dei reati-presupposto ai fini 231/2001, sia per recepire i necessari adeguamenti in funzione delle variazioni organizzative che si sono succedute nel corso degli anni.

L’ultimo aggiornamento del Modello 231 di GESENU S.p.a. è stato approvato dal Consiglio di Amministrazione del 30 luglio 2015, ad oggi è in corso l’aggiornamento dello stesso, ad opera della società Deloitte Risk Advisory s.r.l., all’uopo incaricata.

L’Organismo di Vigilanza in carica, nominato in data 20/01/2017 dal Consiglio di Amministrazione di GESENU S.p.a. allo scopo di vigilare sul corretto funzionamento del Modello, è costituito da:

Prof. Avv. Raffaele Squitieri (Presidente OdV);
Avv. Raffaele Cusmai (Componente esterno OdV);
Ing. Alessio Lutazi (Componente interno OdV).




 

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE E DI GESTIONE EX DECRETO LEGISLATIVO 231/2001 | Download

Sistema integrato con il Documento della Prevenzione della Corruzione


 

ALLEGATO A - Documento di Prevenzione della Corruzione e Codice della Trasparenza | Download



CODICE ETICO | Download


 REGOLAMENTO PER L’UTILIZZO DEI SISTEMI INFORMATICI AZIENDALI | Download


INDIRIZZO E-MAIL DELL'ORGANO DI VIGILANZA:

organodivigilanza@gesenu.it

Guida interattiva alla raccolta differenziata.
Documento della Prevenzione della Corruzione
Tutto quello che c’è da sapere sull’imposta.